Eiaculazione precoce: cos’è

Gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce spesso fanno fatica a parlarne e chiedere aiuto a un esperto. Non sempre c’è motivo di preoccuparsi, in alcuni casi infatti la situazione è saltuaria e per tanto, nella norma.


Quando l’eiaculazione precoce avviene sempre o nella maggior parte dei rapporti sessuali, è importante andare in fondo al problema e rintracciarne le cause. C’è da considerare però che molti uomini pensano di soffrirne perché non riescono a gestire l’arrivo dell’orgasmo fin quando lo desiderano. Secondo gli esperti, se l’eiaculazione nel rapporto sessuale arriva tra un tempo compreso tra 2 e 10 minuti, significa che è tutto nella norma.

I sintomi dell’eiaculazione precoce sono il non saper gestire e controllare il momento dell’orgasmo e di eiaculare praticamente subito, all’inizio del rapporto sessuale o della masturbazione.

Il fatto che gli uomini siano restii a parlare di questo problema, fa pensare che sia meno diffuso di quanto in realtà non lo è. Li studi hanno infatti evidenziato che circa 1 uomo su 3 può soffrire di eiaculazione precoce almeno una volta.

Eiaculazione Precoce Online

Le cause possono essere psicologiche o biologiche. L’uomo potrebbe infatti sentirsi sotto stress durante il rapporto, la così detta “ansia da prestazione” potrebbe prevalere. In altri casi, potrebbero esservi incomprensioni con la partner non ancora portate alla luce che non fanno sentire tranquillo l’uomo durante il rapporto sessuale.

Tra le cause biologiche evidenziamo invece livelli ormonali anomali, con ad esempio problemi legati alla tiroide. Anche i neurotrasmettitori potrebbero essere coinvolti qualora i loro livelli fossero superiori o inferiori. Alcuni uomini soffrono di eiaculazione precoce per ereditarietà o infiammazioni alla prostata o l’uretra.

Non c’è da escludere che le cause possonano fondersi. Molti uomini infatti potrebbero soffrire di questo problema per cause biologiche e psicologiche contemporaneamente. La cosa importante è parlarne con uno specialista perché, in seguito alle terapie (psicologiche o farmacologiche) adeguate, è possibile debellare l’eiaculazione precoce e tornare ad avere una vita sessuale soddisfacente.